libri · Recensioni

Il morso, di Simona Lo Iacono

Schermata 2017-08-08 alle 10.22.58 È stato un piacere ritrovare Simona Lo Iacono, che avevo già letto l’anno scorso nella selezione finale del Premio Strega (Le streghe di Lenzavacche, e/o), perché mi piacciono molto le sue intenzioni come scrittrice: molto legata al suo territorio, si concentra da sempre su tematiche sociali come la malattia, la disabilità, la condizione della donna, riprendendo e reinventando anche vicende storiche della Sicilia.

Il morso presenta tutte queste caratteristiche: si parte da una figura storica del Risorgimento, Lucia Salvo, che viene però ricostruita dall’autrice in maniera molto personale. Lucia soffre di epilessia, ma negli anni ’40 del XIX secolo a Siracusa la sua condizione viene ovviamente associata alla pazzia (o alla possessione del demonio), e che la rende la babba della città. Non avendo possibilità di contrarre un buon matrimonio, Lucia viene mandata a Palermo a servizio presso i conti Ramacca, come ragazza di fatica e come divertimento del giovane di casa, noto in tutta la città per le sue voglie incontentabili. Lucia tuttavia si rifiuta di concedersi come un agnello sacrificale e morde il padrone, accendendo però il suo desiderio. Il destino della giovane serva cambia quando il nobilotto assiste a una delle sue crisi: il giovane Ramacca la interpreta come un’epifania e cambia completamente vita, rinunciando agli agi e ai suoi vizi e arrivando a scelte impensabili. Tuttavia il destino di Lucia non sembra destinato a migliorare: ceduta a un’altra famiglia nobile, viene impiegata come “spia” nel carcere palermitano per strappare informazioni a un giovane rivoluzionario sugli imminenti moti.

Lucia è una figura che nella sua semplicità si staglia su tutti gli altri personaggi per sensibilità e coraggio: emarginata e derisa per la condizione umile in cui è nata, che dà ovviamente spazio a tutta una serie di pregiudizi, e ovviamente per la sua condizione, che la fa considerare idiota. La sua empatia viene interpretata come stupidità o pazzia dalle persone con cui si mostra generosa, la sua gentilezza incompresa o tradita. La sua vicenda personale si intreccia con la storia, riflettendola e intrecciandosi a essa a filo doppio. In qualche modo mi ha richiamato alla mente Biancaneve (da qui la mela): il morso che Lucia dà per difendersi al giovane conte che cerca di costringerla a un rapporto sessuale non la fa addormentare, ma involontariamente crea in quest’ultimo un desiderio ancora maggiore, dopo tante donne arrendevoli e sottomesse al proprio destino. Quando il padrone la fa richiamare per tentare di concludere, dopo giorni e giorni di tensione, la ragazza “cade” vittima di una crisi, spegnendo per sempre i bollori del nobilotto. D’altro canto, nella fiaba la bontà e la gentilezza di Biancaneve le permettono di ricevere aiuto da molti personaggi, compreso il cacciatore incaricato di ucciderla: per Lucia queste qualità vengono interpretate come segno di debolezza mentale e la portano ad essere sfruttata da quasi tutti i personaggi con cui entra in contatto, compresi i “buoni” rivoluzionari sul finale.

È una riflessione un po’ amara, ma sicuramente più realistica della fiaba dove la virtù viene riconosciuta e premiata. Ho letto in rete alcune critiche per la rielaborazione della figura storica di Lucia Salvo, ma secondo me in questo caso è un pregio: l’autrice tra le sue migliori qualità ha la capacità di trasformare cronache legate alla sua terra in storie dai valori contemporanei e universali, pur utilizzando una lingua mista,  che in questo caso mischia dialetto e linguaggio alto e pomposo, per cui è facile emozionarsi e arrabbiarsi, come per il misero destino della “sua” Lucia.

Menzione speciale per la copertina: mi ha attratta subito come il miele, questo dettaglio è davvero intrigante e richiama lo sguardo come poche.

Il morso, di Simona Lo Iacono
Edizione: Neri Pozza (2017 – 238 pagine)
Come ci sono arrivata: MLOL
Giudizio: ★★★★☆ – PH della lettrice: 7,45 come il sangue causato dal morso di Lucia
Link su Amazon: Edizione cartacea – Edizione digitale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...