Viaggi

Riscoprire Dublino #1

Dopo sei anni, ad aprile sono tornata nella mia amata Dublino, complice la cerimonia di laurea di un’amica al Trinity College, e ho deciso di aspettare a parlarne quando fosse stato più caldo e l’Irlanda mi sarebbe mancata più che mai. Perché tra le cose che a me più mancano di questo meraviglioso paese è il dormire a luglio/agosto col piumino leggero e la finestra chiusa. [e se lo dico ad aprile sembro pazza, ma in questa stagione mi capite, vero?]

Dopo l’ultima gita per San Patrizio, nel 2011, avevo lasciato Dublino a riprendersi  da una coloratissima sbronza a perdita d’occhio con i buoni propositi di tornare il prima possibile… e sono passati sei anni, accidenti. Questo mi ha fatto versare una lacrimuccia sia quando l’aereo ha messo le ruote sulla pista, sia quando il bus che fa il collegamento con l’aeroporto ha preso la strada in direzione del centro. Dublino ha un posto speciale nel mio cuore da quando ci sono stata la prima volta per una vacanza studio nel 2005… Se penso che parliamo di dodici anni mi fa un’impressione bestia, perciò passiamo oltre.

dscn6388.jpg

Avevo un sacco di piani per questi pochi giorni di vacanza: in parte li ho rispettati, in parte li ho completamente sconvolti, un po’ per mancanza di tempo e denaro, un po’ perché in ostello sono riuscita a dormire davvero pochissimo e sono stata uno zombie. Forse non ho più l’età per le camerate da sedici persone, chissà.

Nonostante questo, è stata un’ottima vacanza e mi ha permesso di fare diverse cose che non avevo mai fatto, nonostante i tanti giri fatti in questa città. Il che mi ha davvero sorpresa, perché ho visto cose di cui non immaginavo l’esistenza accanto al Castello di Dublino… E sì che ci sarò passata davanti un milione di volte?

E poi il grande dramma della prima sera, quando il rito di chiunque ami Dublino ha rischiato di andare a quel paese… Il mio pub preferito ha cambiato nome! ç___ç
Sembra una piccolezza, ma con le amiche abbiamo fatto su e giù Temple Bar quattro volte, prima di accettare che sì, The Norseman era in realtà il mio amato Farrington’s. Non me lo aspettavo davvero, è stata una sorpresa che mi ha colpito a tradimento. Questo pub è una meta storica per me, e andarci a cena o a bere una Guinness almeno una volta a ogni passaggio in città era quasi obbligatorio… Il pub c’è ancora e non si mangia per niente male, ma lasciarlo rosso e ritrovarmelo azzurrino è stato un colpo al cuore.

Così ecco, breve resoconto in poche puntate della mia gita a Dublino. Intanto per ora vi lascio con una domanda: avete idea di che fiori siano questi? Me ne sono innamorata ma non riesco a identificare l’albero…

DSCN6397

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...