Pubblicato in: libri, Recensioni

Letture di giugno, 3 di 3

E chiudiamo l’argomento con l’ultima cinquina di giugno, che comprende un paio di libri che avevo snobbato spesso perché troppo… ovvi. A volte forse evitare libri che tutti hanno o dicono di aver letto e consigliano è una specie di forma di difesa, soprattutto se non riscontrano i propri gusti personali, magari perché un professore del liceo si è perso secoli dicendo che non si poteva vivere senza, a volte però si perdono delle occasioni. Mi piacciono i social sui libri proprio perché offrono la possibilità, tra consigli e gruppi di lettura, di recuperare alcuni di questi libri. E questi due libri sono…

Continua a leggere “Letture di giugno, 3 di 3”

Pubblicato in: Viaggi

But there’s no place like London!

Finalmente ci siamo, un post veloce veloce mentre aspetto il mio turno per la doccia e poi giù per colazione. Ci siamo!

Londra è sempre bellissima, specie in questo periodo. È già natalizia con le luci e le decorazioni (e una pista di pattinaggio nel cortile del museo di storia naturale bellissima), ma Londra può già a inizio novembre, perché tutta illuminata è ancora più bella. In un’altra città probabilmente starei urlando disperata che mancano ancora quasi due mesi a Natale, ma Londra può.

Per ora posso raccontare poco: siamo una banda di sette marrane e ieri i ritardi ryanair e, soprattutto, il pullman della Terravision che ci ha fatto fare un giro del menghissimo allungando la strada paurosamente dentro South London ci hanno tagliato un po’ le gambe. Siamo arrivate alle otto e passa all’ostello, poi ci siamo un attimo sistemate, siamo uscite e siamo andate a cena all’Hard Rock Café, giusto per fare un pasto semiumano prima di una settimana all’insegna del risparmio sul cibo.

Non siamo riuscite ad andare al fan event de Lo Hobbit, ma a un certo punto dopo una giornata di aeroporti, aerei e pullman infiniti volevamo solo sederci, mangiare e stare con la nostra amica che sta normalmente in Scozia e che per culo è qui per un corso di lavoro.

L’ostello è un posto adorabile in South Kensington, subito dietro il Royal Albert Hall, che penso consiglierò a chiunque mi chiederà in futuro. La nostra stanza è carina, fresca e molto pulita, e c’è il parquet finto tipo ikea invece della classica moquette puzzona. Abbiamo in camera una ragazza non si è capito esattamente di dove che dormiva quando siamo rientrate e sta cercando tuttora di dormire mentre noi ci stiamo vestendo e lavando e phonando i capelli. Sorry dear.

Ad ogni modo, oggi è il 5 novembre! La giornata delle Polveri e di Guy Fawkes, per cui ci lanceremo alla Torre di Londra a vedere la ricostruzione del processo e poi a fare il giro di tutto. Si accettano scommesse su quanto tempo staremo nelle sale dei gioielli! 🙂

Spero anche di trovare i resti del tizio che ieri prendeva per il culo la fidanzata dandole della vecchia perché voleva viaggiare in metro invece di farsi delle sane camminate. Indovinate quale dei due è già stato a Londra?