Pubblicato in: Cinema, Recensioni, Senza categoria

Acide delusioni #1 – Spectre

Ultimo episodio della saga di 007 con Daniel Craig, nelle saghe da circa una settimana… E speriamo che ci rimanga ancora per poco. Sono andata al cinema venerdì sera e, dopo due giorni di riflessione, il mio pensiero è perfettamente in linea con la reazione a caldo: che film inutile.

E sembrano pensarlo tutti, non in sala, ma sullo schermo e dietro la macchina da presa. Anche gli sceneggiatori, soprattutto gli sceneggiatori. È chiaro il tentativo di chiudere la quadrilogia come se davvero fosse un pacchetto unico non solo per l’attore che interpreta Bond, eppure scricchiola tutto, dall’inizio alla fine, soprattutto perché nega quanto c’era di positivo in Skyfall, a mio avviso. C’era davvero bisogno di un altro Bond con Craig? Da spettatrice e appassionata dico di no: abbiamo cambiato M, abbiamo Moneypenny, Bond è rientrato in regolare servizio ed è finalmente un agente a tutti gli effetti… E papam, ricominciamo da capo, con Bond che non parla con l’agenzia perché vuole lavorare da solo, l’agenzia che lo tratta come un bambino stupido, e il messaggio che si vuole trasmettere è che Bond ha ragione e che i suoi modi rozzi e antiquati battono qualunque qualunque tipo di intelligence sofisticata.  Continua a leggere “Acide delusioni #1 – Spectre”

Pubblicato in: Senza categoria

Obiettivi librari 2015

Ho letto che ci sono persone che trovano “volgare” o inutile leggere a cottimo, invece io ho scoperto di amare le liste e gli obiettivi, oltre alle challenge, perché a volte per completare un elenco si arriva a leggere titoli che altrimenti non si sarebbero mai toccati. Detto ciò, parto dai titoli che già conosco:

  • svuotare lo scaffale “2014-comprati ma non ancora letti”: mi sono ripromessa di non comprare (o almeno di contenermi, perché ho visto un classico che volevo da una vita a 0,99 e non ho resistito, coff) finché non finisco i libri che ho comprato nello scorso anno solare. Essere tsundoku è un’arte, dicono i giapponesi, ma io mi sono resa conto che devo cercare di non prendere come una droga pesante le offerte kindle e simili. Mi rimangono tredici libri per finire questo obbiettivo;
  • leggere tutti i libri che ancora non ho letto comprati coi buoni regalo per la laurea e per il compleanno; anche qui la cifra è tredici, creepy. Spero che non voglia dire che anche questo sarà un anno sfigato;
  • essere puntuale coi prestiti delle biblioteche e non suicidarmi con mille prestiti incrociati (ma qua siamo già su una strada buia e destinata al fallimento, temo ç____ç)
  • avvicinarmi il più possibile al completamento del mio giro del mondo in ottanta libri: 48/80 è il parziale, ma in realtà ho già individuato abbastanza libri per completare la cifra tonda;
  • completare le bibliografie (almeno per i romanzi) di:
    • Kazuo Ishiguro
    • Ian McEwan
    • Margaret Atwood
  • plus, le varie challenge che ho iniziato su Goodreads e che sono MILLE